L’area è attiva dal 1986, e nasce con lo scopo di aiutare i minori non solo a migliorare il rendimento scolastico, ma di aiutarli nella socializzazione e di sostenerli nella crescita personale e relazionale. Da allora sono state avviate varie esperienze di recupero socio-culturale rivolte ai bambini del quartiere Albergheria, alcune delle quali operate in convenzione con il Comune di Palermo  (1986 – 1988). La finalità principale per cui opera il San Saverio è di fare dei bambini dell’Albergheria di oggi, quei cittadini adulti e responsabili e consapevoli di domani, in grado di edificare una società sana e sicura.
L’area minori è caratterizzata da bambini di età compresa tra i 6 e i 14 anni, che dal Lunedì al Venerdì, nelle ore pomeridiane, insieme agli operatori e ai volontari, svolgono sia attività di supporto scolastico che altre attività laboratoriali quali: danza, musica, pittura, momenti ludico- ricreativi, gite, passeggiate, ecc.

La metodologia di lavoro del San Saverio si basa su un modello di “lavoro di rete” realizzato con il servizio sociale territoriale, con gli altri operatori sociali ed educativi di pubbliche amministrazioni presenti sul territorio, in particolare con le scuole e le famiglie. Il centro San Saverio, cerca di aiutare i bambini del quartiere ponendosi come “mediatore” tra questi vari attori affiancandoli e sostenendoli nel compito educativo.

La scelta dei bambini che frequentano il centro sociale, infatti, viene effettuata in base alle segnalazioni delle scuole del quartiere (I. C. “Madre Teresa di Calcutta”, I. C. “G. Verga” e la scuola “S. Boccone”), dei servizi sociali territoriali e secondo un criterio di continuità con i minori con cui abbiamo svolto le attività lo scorso anno. Le segnalazioni vengono fatte non solo in caso di problemi scolastici ma anche rispetto a lievi problemi comportamentali che spesso i minori manifestano.

Per quanto riguarda il lavoro con i genitori dei bambini il San Saverio cerca di attivarsi per dare un adeguato “sostegno genitoriale”: coinvolgendo i genitori nell’educazione dei propri figli, fornendo loro informazioni che li mettano nelle condizioni di agire in modo più consapevole utilizzando le strategie più adeguate per affrontare le situazioni difficili. Far sì che il genitore diventi quindi artefice e modello del cambiamento per i propri figli, ma non solo, anche cercare di creare una maggiore comunicazione e collaborazione tra le istituzioni e la famiglia.

Gli operatori, inoltre incontrano periodicamente sia gli insegnanti dei bambini, per valutare l’andamento dei ragazzi e decidere insieme eventuali strategie alternative, sia i loro genitori nel tentativo di coinvolgerli e sostenerli in questo processo educativo.

Nel tentativo di dare continuità ai percorsi socio-educativi abbiamo riproposto, grazie alla collaborazione con l’Opera Pia “G. Cirincione” di Bagheria, la colonia estiva a 50 bambini del nostro quartiere. Essa si è dimostrata un utile servizio alle famiglie che non possono seguire i figli nel periodo estivo per mancanza di mezzi propri e di possibilità economiche. Gli operatori organizzano, all’interno delle giornate estive, giochi acquatici, laboratori espressivi e varie iniziative che contraddistinguono la scansione di ogni giornata.

Responsabile: Dott.ssa Floriana Muscarello

SCOPRI TUTTE LE AREE DI INTERVENTO